Palanga

Brandy nel decanter - colore ambrato,
che cosa, generalmente, Lituania sintomatica.
Cognac si trasforma in un ribelle.
Ciò che non è pratico. che, ma romantico.
Si taglia fuori gran parte dell'armatura
in giro, che ancora e statico.

Alla fine della stagione. tabelle rialzo.
proteine ​​esultanti, coni a saturare.
Russare nell'armadio agronomo russo,
svykshayasya come scongelare Cavaliere.
gorgoglia fontana, e da qualche parte al di fuori
miluyutsya Jurate e Kastytis.

Spiaggia vuota gabbiani dal vivo.
Asciugare al sole cabine colorate.
Dietro le dune transistori rombo
tosse e caminetti Curlandia.
Castagne in pozzanghere raggrinzito galleggiante
Quasi come un miniere galvanici.

Perché tutta la metropoli sordi,
ci sono voluti più di una dozzina di province.
Canta una strofa della rachego apostolo
nella sua oscura ufficiale.
E il cast del peccato originale
la sua immagine si replica il canale.

paese, era - spiedo e grind!
A lunghezze d'onda che balla taglierina di confine.
Quando l'orologio mostra "tre",
Heard, anche nuotare per la fase di atterraggio,
campane della chiesa. e dentro
Son guarda farina di Virgin.

E se si vive la vita, in che modo
costi effettivi, dove i fianchi,
spudoratamente spogliato fino all'osso,
inizia una conversazione su Boomerang,
posti migliori al mondo per trovare
autunno, tutto Palanga gettato.

né russo, eventuali ebrei. attraverso tutti
grande spiaggia archeologa biennale,
ritirò la propria arroganza,
Bredene, tiene il frammento di porcellana.
E se il tuo cuore si spezzasse qui,
il lituano scrivendo il suo necrologio

scatola di sorpassi adesivi,
dove le partite rimanenti bryakayut.
E il sole, come un panino,
andrà, sorprendentemente titmouse
un momento di nubi cumuliformi
per lutto, può essere, abitualmente.

Il mare sarà rokotat, amidi
impersonale - come accade con gli artisti.
Palanga è, tosse, snuffling,
ascoltare il vento, che scandaloso,
e silenziosamente passare attraverso sé
ciclisti repubblicane.

autunno 1967

Vota:
( 3 valutazione, media 5 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Joseph Brodsky
Aggiungi un commento