Petersburg romanzo (poema in tre parti)

testa 10

Il cambiamento non è così piacevole,
come sono i nostri problemi con loro?,
ginocchia rotonde familiari
ed emergendo per un momento

breve odore di significato malvagio
le tue preoccupazioni quotidiane,
e le frecce non girano veloci,
e il tempo di abortire

amore per il prossimo, amore
a noi stessi, fermamente: terpi,
grida adesso, finché fa male,
allora ama qualcuno.

che. Il cambiamento è ancora un tormento,
ma tutta la ricompensa per le fatiche,
quando nel cuore di San Pietroburgo
questi frutti cresceranno,

come sono le nostre vite raccolte?,
e in questa casa abbandonata
tutti i pensieri sbiaditi
più vicino a me stesso.

parte II. Le stagioni

testa 11

Applausi delle cerimonie di settembre,
il bagliore delle lanterne bagnate.
guardi: perdite autunnali
i regali d'autunno sono più pesanti,

E la luce si riversa nei vicoli,
e il dito di un'anima gemella
tutto scrive cifre nell'aria,
impermeabili semivestiti,

appeso su un prato accartocciato
in frammenti di giornali del mattino
intera vita, non più di una stagione,
e la pioggia fa rumore in cambio:

non vale la pena dormire, non vale la noia,
goccia a goccia di luce e calore
catture, prendere a mani vuote
e fare cose al giorno,

da un gateway sconosciuto,
premuto contro un tubo di zinco,
guarda il barocco bagnato
e pensa di nuovo a te stesso.

testa 12

Tutto, la fretta sta su tutto,
sulle scarpe che tintinnano,
su sorrisi increduli,
su versi semi sinceri.

Ahimè, su sincero. nelle pause
sembrano sempre più carini
amore frettoloso e rabbia
regali irreparabili.

Quindi tutte le lodi a te, fretta,
giudice, non chiedere, perde,
quando ti senti appropriato
amore sicuro di sé,

Vota:
( 3 valutazione, media 3.67 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Joseph Brodsky
Aggiungi un commento