In serata vede, congelato sulla soglia…

1

In serata vede, congelato sulla soglia:
due cavalieri cavalcano nei campi circostanti,
come in un cerchio, attraverso il boschetto e gat,
e per molto tempo non possono raggiungersi.
Redini da lancio, affogato, устав,
poi di nuovo in sella eccitato in piedi,
e rapidamente lungo la leggera collina,
poi di nuovo nel bosco, dove l'oscurità si raccoglie.

Due cavalieri cavalcano nel fango della sera,
non solo da casa, dal cuore vicino,
si chiamano l'un l'altro, il nome è,
i ratti celesti per il boschetto galleggiano.
E così mai per loro nel mondo insieme
attraverso il boschetto e gat, attraverso uno stagno vuoto,
non andare a causa di post delle stazioni,
come se non ci fossero un centinaio di cespugli tra di loro!

Fantasmi serali! - dove sono le loro tracce,
non vederli doppio spruzzo d'acqua,
il silenzio ritorna di nuovo a loro,
conosce dalle grida i loro nomi.
Lungo una strada rurale in polvere fredda,
sotto i pini neri, in zolle di terra,
due cavalieri saltano sul pallido fiume,
due cavalieri saltano: desiderio e pace.

2

La strada deserta sotto i pini,
tracce di zoccoli che si insinuano dietro gli occhiali,
conosco entrambi, Lo so da molto tempo:
così il cuore suona, come viene data la gara.

Quindi il cuore batte: colpo dopo colpo,
fumi freddi che scorrono dai campi,
e le onde brillano nei cespugli costieri,
e la tua formazione preferita gioca ad alta voce.

Il loro battito si sciolse, e il mio cuore batte!
Scende a un sussurro, ma non tutto è silenzioso,
e, si intende, continuano a saltare!
In grado di stare zitto, impossibile - stai zitto.

Due cavalieri si precipitano nella nebbia di mezzanotte,
in sequenza, appoggiandosi alla sella,
lungo i boschi e i fiumi, attraverso le foreste nere,
Là, dove saliranno in cielo.

3

Notte di luglio nel villaggio del buio.
I moscerini volano in una finestra dorata.
Il ricevitore caldo squilla sul pavimento,
e audace Gillespie arriva al tavolo.

Dalla tristezza nera al duro destino,
dal rumore all'inizio al chiaro tubo,
dai testi di un amico alla felicità del nemico
nel bellissimo mondo solo due passi.

Non amo la mia vita, non spaventato,
Non sto combattendo per il mio secolo.
Lascia che dicano qualcosa in giro,
disturbarmi, è divertito.

Ogni periferia di questo paese,
ad ogni passo, ad ogni muro,
in poco tempo, bruna il biondo,
il mio spirito apparirà, in due persone è uno.

E solo per morte, All'inizio,
almeno così, come polvere sparsa,
discendenti di avamposti su carta al mattino,
persino toccare la polvere con una penna costosa.

4

Due cavalieri saltano nello spazio notturno,
arbusto decomposto in una nebbia fluviale,
poi su, poi più vicino, per giovane desiderio
bellissima pace si precipita nell'oscurità.

Due cavalieri stanno saltando, le loro ombre si alzano.
Tutte le stelle bruciano sulla strada di campagna.
Gli zoccoli bussano sul terreno addormentato.
L'uomo e la donna cavalcano nell'oscurità.

7 - 9 giugno 1962

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Joseph Brodsky
Aggiungi un commento