pesenka (1965 r)

Venne la primavera. infine
abbiamo un fabbro nel villaggio.
Indossa una giacca lituana
e fascia militare.

Abbiamo un nuovo fabbro
chiamato Algerdas.
Mangia e beve nella fucina
e fucine di ferri di cavallo.

Egli indossa, Ahimè, squillare.
Ma condividi la faccia dei baffi,
come una cicatrice di guerra,
a metà, a metà.

Mangia e dorme nella fucina.
E vede gli zoccoli in un sogno
grappolo d'uva,
e vede un chiodo in un sogno.

Fabbro, è amico del fuoco.
Bello pensare a lui
e prenditi cura di lui
ragazza tra vent'anni!

1965, Norenskaya

Vota:
( Nessuna valutazione ancora )
condividi con i tuoi amici:
Joseph Brodsky
Aggiungi un commento