legno – Il verso di Brodsky

insensato, dispettoso, in inverno
spoglio, fasi del carbone
ottenuto per colore, maggior parte
natura destinata
disperazione, - quale volume
non calcolato in alcun modo, - ma
in cieca obbedienza
già esagerato, esso,
radicato nell'humus
dalle proprie foglie e nelle tenebre –
superiore, in piedi di fronte a me,
come simbolo di tutte le stagioni, per cosa
nessuno ci ha chiamato, nonostante
questo, che tutti abbiamo un tempo,
quando le differenze sono fatte invano
per il sole, per la stella, per l'ascia.

1970

Vota:
( 2 valutazione, media 5 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Joseph Brodsky
Aggiungi un commento