architettura

Eugene Reno

architettura, le rovine di una madre,
invidia nuvole,
la cui testa grigia bollire,
sul cui prati
passeggiate il bomber,
poi - più invulnerabili
per la vista - spia comune
parte - Seraph,

solo tu da solo, architettura,
tesoro, sposa, perl
spazio, il cui labbro non è stupido,
come Tasso cantato,
mostrando immenso coraggio,
che noi non comprendiamo,
zona giustifica, indirizzo,
mattoni butterato.

voi, infatti, poi, ciò che la natura
incapace di far fronte. donna rilevanti
Egli non osa aspettarsi prole
dalla valuta,
cercando di fermare la ricerca,
sbarazzarsi del polverone.
Ma il futuro - una cosa di pietra,
e che - si.

Si - vuoto Imperatrice.
Sfaccettato tua formazione di croste
nelle scintille di cristallo della mano,
andando ad aumentare
più veloce Everest;
mettere sulla piramide, in un cubo,
quindi l'idea di spazio tochitsya
Kronos Zub.

Nato nella fantasia,
che sopravvivere,
voi - il movimento successivo,
passo da disegno
naturalezza, roslykh khijin,
perseguire la loro loft,
- nella direzione sbagliata, sentito da
Un tic-tac.

Sospirando suoi Penati
a motivi vegetali, eccetera.,
voi - per più sverhpernatyh
creature posatoio,
non tanto per iniziare a giocare a bambole,
come il pensiero, che alzavano,
prudentemente aperto il suo baldacchino
come un paracadute.

tempo rumore, conosciuto, niente
parare. ma, a sua volta,
Ho bisogno di cose più difficili, di
anzi:
sia nella società che nella casa.
Tempo per il vostro tempio, i rifiuti
parenti come un interlocutore migliaia
come noi.

Che cosa potrebbe essere più eloquente,
di inanimateness? solo
sé l'oblio, la cui Niwa
si pylish cervello
non tanto quadranti, quanto
GALAXY sé, delle comunicazioni
e conoscendo il ruolo del frammento
premendo un po 'là.

voi, grosso modo, sazio
aperte guardando le loro facce,
Abbiamo passare al setaccio un setaccio
anno. unità,
flirtare con la luce,
prendendo la forma di un prestito da lui,
Per capire, abbiamo, ciò che questo
abbiamo affrontato.

Per l'etereo invidia astratto
e viceversa per voi,
la vostra, architettura, ovaia,
ma anche il frutto di.
E se nella ionosfera
davvero tutti zeri,
la vostra perdita, almeno,
la fine della terra.

1993

Vota:
( 3 valutazione, media 4.33 a partire dal 5 )
condividi con i tuoi amici:
Joseph Brodsky
Aggiungi un commento